Professione e previdenza unite nella crescita

Professione & Previdenza Unite nella Crescita è l'informativa agli Associati nata nel dicembre 2009 come strumento di comunicazione e di aggiornamento sulle tematiche previdenziali di maggiore attualità e sui servizi di principale interesse per gli iscritti.

Tu sei qui

REPUTATIONAL REPORT

Stampa

È online la quarta edizione del Reputational Report, il documento che a cadenza annuale fornisce un’analisi attuale e accurata dello scenario e dell’andamento della professione di dottore commercialista in Italia, rendicontando anche in maniera puntuale le iniziative di welfare portate avanti dalla Cassa.

Lettera del Presidente

Anche nel 2021 sono stati tanti gli obiettivi che la nostra Cassa si è impegnata a raggiungere e che non trovano adeguata visibilità attraverso i soli dati di bilancio. Obiettivi rivolti in primis verso i nostri iscritti, ai bisogni dei quali si è cercato di garantire risposte sempre più concrete con varie misure e anche grazie all’aumento delle risorse destinabili al welfare. Obiettivi, poi, di carattere più generale, che ci hanno visti supportare iniziative volte a estendere alla categoria dei liberi professionisti diritti e coperture che lo Stato dovrebbe garantire a tutti i cittadini. Obiettivi, ancora, che nel ruolo di investitore istituzionale ci vedono impegnati sulle tematiche della sostenibilità, della transizione ecologica e in progetti rivolti alla rigenerazione urbana e sociale. In questo anno di passaggio, a cavallo tra un’emergenza sanitaria che ci auguriamo volga al termine ed una prospettiva bellica i cui confini e conseguenze sono ancora un’incognita, l’obiettivo più elevato a cui ambire, anche e proprio in risposta a tutto questo, credo però non possa che essere rappresentato dalla riscoperta del valore profondo della parola “insieme”. La speranza è, quindi, quella di una sempre maggiore collaborazione con tutti noi professionisti, gli ordini, le associazioni di categoria, le istituzioni e i decisori politici per riuscire a declinare e interpretare, con misure efficaci, i bisogni previdenziali e di welfare in continua evoluzione del mondo delle libere professioni, impegnandoci insieme per il superamento dei tanti divari che ancora esistono tra i nostri colleghi e contribuendo alla valorizzazione delle competenze e dei percorsi professionali di tutti i nostri iscritti. Senza dimenticare che la sostenibilità, più che un traguardo, è un percorso in divenire alla costruzione del quale siamo tutti chiamati a contribuire per garantire un futuro sempre più solido e, appunto, sostenibile ai nostri iscritti, non solo attraverso una gestione consapevole del patrimonio e delle iniziative da mettere in campo, ma anche sostenendo la creazione di opportunità di sviluppo sempre più diffuse.
Il Presidente
Stefano Distilli

Il focus - Che genere di Cassa siamo?
Presentato in occasione dell’Assemblea dei Delegati dello scorso 5 luglio, il Reputational Report di quest’anno ha come tema centrale quello delle dinamiche di genere analizzate nell’ambito non solo della categoria professionale, ma anche del personale della Cassa, per poter fornire una prima fotografia dell’attuale incidenza e rappresentanza di genere che possa risultare utile a monitorarne l’andamento nel tempo, andando così a misurare l’impatto prodotto dalle iniziative di welfare messe in campo dall’Ente.

L’incidenza femminile sulla categoria

Secondo i dati del Reputational Report 2021 di Cassa Dottori Commercialisti, con un’incidenza del 41% è l’Emilia Romagna la regione dove le quote rosa, pari a 2.437, hanno maggiore incidenza sul totale degli iscritti, seguita da Basilicata e Molise, entrambe con il 40% e rispettivamente 214 e 147 iscritte. Appena un punto percentuale in meno (39%) per Piemonte (1.589 iscritte) e Umbria (342) mentre le professioniste sarde (573) incidono per il 38% del totale. Chiudono la graduatoria la Valle d’Aosta con il 26% e 38 iscritte, e la Campania con il 25% e 1.880 iscritte alla Cassa Dottori Commercialisti. A livello di reddito medio, le dottoresse commercialiste hanno visto un incremento da 42.900 euro del 2020 a 43.600 euro nel 2021 (+1,6%), seguendo un trend costante registrato negli ultimi 10 anni, partendo dai 36.900 euro del 2011, e segnando un aumento del 18,2% fino al 2021, a fronte di un incremento più contenuto, pari al 10,2% per i loro colleghi uomini.  Continua anche la crescita del volume d’affari delle professioniste, passato da 70.400 euro nel 2020 a 71.200 euro nel 2021 (+1,1%) che, ampliando l’analisi all’ultimo decennio, diventa +17,9% per quanto riguarda le dottoresse commercialiste, a fronte del +11,9% registrato dai loro colleghi. Emerge, quindi, un trend di crescita reddituale delle iscritte che prosegue a un ritmo più sostenuto rispetto a quello degli uomini, nonostante rimanga ancora elevato il gender pay gap interno alla categoria, che nel 2021 ha visto le dottoresse commercialiste registrare un reddito medio e un volume d’affari inferiori rispettivamente del 45,6% e del 50,8% rispetto a quelli dei colleghi. Il 2021 ha visto la Cassa portare avanti un modello sostenibile in grado di supportare la categoria, attraverso l’attivazione di molteplici interventi in risposta alle esigenze non solo professionali, ma anche familiari dei dottori commercialisti.

Le iniziative di welfare

Il  2021 ha visto la Cassa portare avanti un modello sostenibile in grado di supportare la categoria, attraverso l’attivazione di molteplici interventi in risposta alle esigenze non solo professionali, ma anche familiari dei dottori commercialisti.

Un’attenzione particolare è stata rivolta ai professionisti in fase di avvio dell’attività, con iniziative come l’approvazione della delibera sulla proroga dell’esonero dalla contribuzione minima soggettiva per i neoiscritti over 35 e il bando per l’acquisto di beni strumentali e il supporto alle aggregazioni. Altri settori sui quali si sono concentrate le iniziative di welfare della Cassa sono stati quelli della formazione, con l’ampliamento del 15% dei fondi stanziati per le borse di studio e del supporto alla genitorialità con l’attivazione del primo bando per contributi alle spese di frequenza in asili e scuole dell’infanzia destinato alle mamme e ai papà iscritti alla Cassa, strumenti concreti che testimoniano l’impegno dell’Ente a supporto della crescita culturale, professionale e familiare della categoria.

Per l’edizione del 2021 del Reputational Report è stato realizzato anche un abstract che riporta la sintesi dei dati e dei fatti principali, consultabili anche sulla landing page visibile nella sezione del sito “progetti speciali”.

Clicca qui per conoscere i dati e i fatti principali e scaricare la versione integrale e la sintesi del Reputational Report