CNPADC News

Professione e previdenza unite nella crescita

Professione & Previdenza Unite nella Crescita è l'informativa agli Associati nata nel dicembre 2009 come strumento di comunicazione e di aggiornamento sulle tematiche previdenziali di maggiore attualità e sui servizi di principale interesse per gli iscritti.

Tu sei qui

Incompatibilità

Stampa

Ad oggi sono 60mila gli iscritti (pari a circa il 98% delle posizioni oggetto di verifica) ai quali la Cassa ha inviato una certificazione di assenza di condizioni di incompatibilità con l’esercizio della professione, in linea con quanto previsto dalla normativa (art. 3, DPR 1067/53art. 4 D.Lgs 139/2005Circolare CNDCEC n.11/2003; allegato 2 alla Circolare CNDCEC n.11/2003 e note interpretative del CNDCEC n. 26/2012). Una certificazione senza dubbio importante dato che, nei casi di accertata incompatibilità, la Cassa deve procedere ad annullare la validità contributiva dell’anno (o degli anni) interessati.

Questo risultato è il frutto di un progetto avviato nel 2018 allo scopo di dare certezza agli iscritti riguardo la propria posizione nel corso della loro “carriera previdenziale” e non solo al momento dell’erogazione di una prestazione pensionistica o assistenziale.

Attualmente la Cassa sta ultimando le verifiche sulle richieste di informazioni inviate a coloro che presentano una situazione di potenziale incompatibilità.

L’aver raggiunto il risultato di oltre 60mila verifiche svolte in appena un anno e mezzo rappresenta il conseguimento di un obiettivo importante in un ambito come quello dell’incompatibilità dove il fattore tempo assume un ruolo fondamentale.

La verifica condotta in anticipo rispetto al pensionamento permette, infatti, di limitare gli effetti anche di un eventuale periodo di incompatibilità accertato, consentendo ai professionisti coinvolti di rimuovere per tempo la condizione di incompatibilità, salvaguardando la validità previdenziale degli anni di contribuzione futura.

In un’ottica di prossimità agli iscritti, la Cassa continuerà ad esercitare un monitoraggio costante con l’intento di segnalare tempestivamente ai Dottori Commercialisti eventuali condizioni non compatibili in modo da salvaguardare la loro anzianità contributiva.

È importante però che anche i singoli iscritti si impegnino a verificare la propria posizione in linea con quanto la normativa prevede.

 

Chiariamo alcuni dubbi sull'incompatibilità
 

Note interpretative del CNDCEC n. 26/2012
Capitolo 2 - da pag. 8

 

Note interpretative del CNDCEC n. 26/2012
Caso 17 Impresa Agricola - da pag. 19

Note interpretative del CNDCEC n. 26/2012
Caso 1 - pag. 13

Note interpretative del CNDCEC n. 26/2012
Caso 2, Caso 3, Caso 4 - da pag. 13

Note interpretative del CNDCEC n. 26/2012
Caso 11 - da pag. 16

Note interpretative del CNDCEC n. 26/2012
Caso 11 - da pag. 17

Note interpretative del CNDCEC n. 26/2012
Punto 4.2 - da pag. 21