CNPADC News

Professione e previdenza unite nella crescita

Professione & Previdenza Unite nella Crescita è l'informativa agli Associati nata nel dicembre 2009 come strumento di comunicazione e di aggiornamento sulle tematiche previdenziali di maggiore attualità e sui servizi di principale interesse per gli iscritti.

Tu sei qui

Cumulo gratuito

Stampa

A seguito della pubblicazione l’8 maggio in Gazzetta Ufficiale della delibera in materia di cumulo approvata dalla Cnpadc a fine novembre scorso, finalmente la Cassa può procedere alla liquidazione delle pensioni in regime di cumulo. A tal proposito, anche se ancora in attesa di ricevere chiarimenti da parte dell’Inps riguardo gli allegati tecnici che dovranno far parte della Convenzione, la Cnpadc, per tutelare i propri iscritti, ha deciso di evadere le domande ricevute con le medesime modalità applicate dal 2007 ad oggi per specifiche tipologie di pensione in regime di totalizzazione. La facoltà di cumulare i periodi assicurativi non coincidenti è finalizzata a consentire l’accesso alla pensione agli iscritti. Sono preclusi dalla possibilità di cumulare coloro che sono già titolari di una pensione diretta. La facoltà di cumulo deve avere ad oggetto tutti i periodi contributivi accreditati nelle gestioni assicurative interessate. La pensione in regime di cumulo è stata disciplinata dalla Cassa con l’introduzione nel Regolamento Unitario del nuovo art. 37 bis il quale prevede, tra l’altro, che il trattamento pro quota della Cassa venga determinato con il metodo contributivo. È anche possibile, in alcuni casi, anche il metodo misto (reddituale fino al 2003 e contributivo dal 2004). Al fine di aiutare i Colleghi nella scelta tra la ricongiunzione, la totalizzazione o il cumulo, la Cassa sta integrando il servizio di simulazione PES anche con le pensioni in totalizzazione e in cumulo ed attualmente fornisce, comunque, adeguata consulenza ai Dottori Commercialisti che ne facciano richiesta.

Per tutti i dettagli e approfondimenti clicca qui.