CNPADC News

Professione e previdenza unite nella crescita

Professione & Previdenza Unite nella Crescita è l'informativa agli Associati nata nel dicembre 2009 come strumento di comunicazione e di aggiornamento sulle tematiche previdenziali di maggiore attualità e sui servizi di principale interesse per gli iscritti.

Tu sei qui

Forum in Previdenza 2019 - Lara Comi: dai Fondi Europei nuovo business per la categoria dei Dottori Commercialisti

Stampa

Alla domanda dell’intervistatore Bruno Vespa sul perché in Italia, dei 76 miliardi di Euro a disposizione per Fondi Europei ne siano stati spesi solo il 3%, l’Europarlamentare Lara Comi ha risposto con un vero e proprio assist alla categoria dei Dottori Commercialisti, indicando la strada per stimolare nuove professionalità, “una nuova area di business”, per l’unica categoria che ha la preparazione necessaria a divulgare le possibilità offerte dai Finanziamenti Europei, a gestirne l’iter a favore dei propri clienti, fino alla delicata fase della rendicontazione.

In generale si registra una scarsa conoscenza della materia, aggiunge l’Europarlamentare, tuttavia colmare il gap informativo è necessario ma non sufficiente: mancano soprattutto le professionalità utili a convogliare anche in Italia i Fondi Europei a disposizione di imprese e professionisti.

Non solo le scelte politiche rendono difficile l’ottenimento dei Fondi, ha continuato la Comi, segnalando tra le principali criticità anche la scarsa conoscenza della lingua inglese da parte dei professionisti che dovrebbero occuparsi delle pratiche.

Negli altri paesi europei, Francia e Spagna in primis, ma anche Polonia e Bulgaria, prosegue l’Europarlamentare, esistono veri e propri percorsi formativi e master, atti a preparare i professionisti a 360° nella complessa, ma proprio per questo qualificante, consulenza per l’ottenimento dei Fondi Europei, partendo dalla informativa necessaria a conoscere, monitorare e individuare i Fondi a disposizione e per quali tipologie di investimento, e chiude definendo come fake news l’idea che i Finanziamenti Europei sia materia troppo complicata, confidando che si possano sviluppare nuove professionalità a supporto del sistema Fondi UE per l’Italia.

Al di là delle parole di Lara Comi, viene naturale comprendere il ruolo da primattore che dovrebbe giocare il Dottore Commercialista, a contatto quotidiano con il proprio cliente: dall’attività di supporto nelle prime fasi del progetto, identificazione dei programmi EU più adatti alla tipologia di azienda, ricerca di partner, redazione del progetto, fino all’attività di rendicontazione e controllo dei finanziamenti ricevuti, all’analisi procedurale e di revisione.

Alla categoria quindi raccogliere la sfida lanciata dalla Europarlamentare e iniziare a porre le basi per dotare i propri iscritti delle conoscenze utili ad entrare nel mondo dei Fondi Europei, ma come?

In primo luogo con un’attività divulgativa, conoscitiva e formativa.

La rappresentanza regionale in Italia della Commissione Europea ha siglato accordi per diffondere la conoscenza degli strumenti messi a disposizione delle imprese e dei professionisti promuovendo visite a Bruxelles e invitando delegazioni di professionisti per diffondere la cultura dei Fondi Europei a disposizione delle PMI.

Indispensabile organizzare cicli di incontri sul territorio nazionale, a base regionale, aventi l’obiettivo di informare sui principali strumenti ed opportunità offerte dalla Commissione Europea e formare il Dottore Commercialista per le attività di progettazione, rendicontazione e controllo.

A livello “macro” occorre inoltre giocare la partita dei finanziamenti a favore dei professionisti, esplicitamente citata da Lara Comi, e pertanto rafforzare il ruolo del Dottore Commercialista anche nei tavoli europei, nazionali e regionali diventando effettivi ed efficaci orientatori delle politiche dei Fondi Europei, in grado di interfacciarsi con forza ed autorità con la rappresentanza permanente d’Italia a Bruxelles, con il Parlamento Europeo, con l’Agenzia Nazionale della Coesione e con le agenzie regionali, “decisori” finali sulla destinazione dei Fondi Europei.

Fabio Enrico Pessina
Consigliere CNPADC

in collaborazione con:
 Federica D’Erme e Fabio Resnati
Delegati CNPADC