CNPADC News

Professione e previdenza unite nella crescita

Professione & Previdenza Unite nella Crescita è l'informativa agli Associati nata nel dicembre 2009 come strumento di comunicazione e di aggiornamento sulle tematiche previdenziali di maggiore attualità e sui servizi di principale interesse per gli iscritti.

Tu sei qui

Intervista doppia

Stampa

Diamo la parola ai delegati con una nuova sezione dedicata; un breve “botta e risposta” per mettere in luce pensieri e aspettative con la formula dell’intervista flash.
Su questo numero le risposte che ci hanno inviato i delegati Maria Carmela Scandizzo e Corrado Taormina.

Maria Carmela Scandizzo - Delegata Ordine Torino

Dal Forum di Caserta esce rafforzato il messaggio delle Casse come nuovi investitori istituzionali. Meglio essere prudenti o cercare rendimenti adeguati?
Le Casse di previdenza , in quanto attori istituzionali socialmente responsabili, nella scelta degli investimenti, dovrebbero sostenere lo sviluppo del mondo lavorativo e in particolare delle professioni; pertanto è opportuno che le scelte siano orientate a un modello di sviluppo sostenibile che traguardi gli interessi delle future generazioni. Naturalmente gli investimenti devono essere supportati, da un lato da un’attenta valutazione e prevenzione del rischio e dall’altro dalla possibilità di ottenere rendimenti adeguati e in linea con gli obiettivi perseguiti.

La Cassa ha stipulato una polizza sanitaria base gratuita in favore degli iscritti.
Hai mai usufruito del chek up gratuito?

No, non ho ancora usufruito del chek up gratuito.

“Tecnologi, tecnocrati o liberi professionisti?”: non il titolo di un film ma quello della tavola rotonda al X° Forum dei Giovani Professionisti. Tu che ne pensi?
I cambiamenti economici, finanziari e tecnologici degli ultimi decenni hanno fortemente influenzato anche il mondo delle professioni. I professionisti hanno dovuto e saputo necessariamente adeguare la propria struttura e le proprie conoscenze al fine di rendere da un lato più efficace e più efficiente il proprio lavoro e dall’altro rispondere alle aspettative del cliente.


Corrado Taormina - Delegato Ordine Messina

Dal Forum di Caserta esce rafforzato il messaggio delle Casse come nuovi investitori istituzionali. Meglio essere prudenti o cercare rendimenti adeguati?
La prudenza non è mai troppa soprattutto quando in gioco ci sono i nostri risparmi e il nostro futuro! Se a rendimenti “adeguati” corrisponde un livello di rischio elevato meglio lasciar perdere. Probabilmente essendo numerosi gli investitori e diversi i profili occorrerebbe iniziare a studiare come differenziare gli investimenti in base a dei “cluster” appositamente elaborati sui diversi profili dei dottori costruiti su dati già esistenti  (es.  zero rischio - prudente - medio - elevato). La scelta ovviamente ricadrebbe sempre sull’interessato sulla base della propria propensione al rischio. 

La Cassa ha stipulato una polizza sanitaria base gratuita in favore degli iscritti.
Hai mai usufruito del chek up gratuito?

Ogni anno usufruisco del chek- up sanitario gratuito. Lo trovo un utile strumento di prevenzione. Purtroppo ho notato che ancora molti iscritti non conoscono questo servizio messo a disposizione dalla nostra Cassa. Occorrerebbe maggiore informazione alla base.

“Tecnologi, tecnocrati o liberi professionisti?”: non il titolo di un film ma quello della tavola rotonda al X° Forum dei Giovani Professionisti. Tu che ne pensi?
E’ abbastanza evidente che la professione di dottore commercialista negli ultimi anni si è trasformata con una marcata evoluzione nel settore tecnologico ed informatico. Bisogna prenderne atto adeguandosi per sfruttare positivamente tali innovazioni senza mai sacrificare il ruolo primario del dottore commercialista che non è un esperto informatico ma un consulente le cui ampie conoscenze sono a supporto delle aziende e degli organi dello Stato.